Finanziamenti agevolati e Contributi a fondo perduto a favore di PMI e liberi professionisti

di TREDDì srl • 27/01/2022

L’Irfis FinSicilia Spa,è stata incaricata di gestire agevolazioni nella forma di finanziamenti a tasso zero e contributi a fondo perduto (sovvenzioni dirette) in favore di imprese e dei liberi professionisti iscritti agli ordini professionali e titolari di partita IVA che devono fronteggiare le esigenze finanziarie causate dalla pandemia. Destinatari della misura sono PMI con sede legale o operativa in Sicilia e liberi […]


Nuovo contributo a fondo perduto per commercianti

di TREDDì srl • 24/01/2022

Nella bozza del DL Sostegni-Ter, troviamo un aiuto indirizzato alle attività che si occupano di commercio al dettaglio. In particolare, rientrerebbero i soggetti che svolgono in maniera prevalente le attività caratterizzate dai seguenti codici ATECO: 47.19, 47.30, 47.43e tutte le attività dei gruppi 47.5, 47.6, 47.71, 47.72, 47.75, 47.76, 47.77, 47.78, 47.79, 47.82, 47.89 e 47.99. […]


Fondo perduto per imprenditoria femminile

di TREDDì srl • 13/01/2022

Il Fondo a sostegno dell’impresa femminile ha il fine di promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento dell’imprenditoria femminile. A chi si rivolgeIl Fondo è volto a sostenere: imprese femminili (intese come imprese a prevalente partecipazione femminile e lavoratrici autonome)  di qualsiasi dimensione con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale già […]


Legge di bilancio 2022: principali novità

di TREDDì srl • 11/01/2022

Modificate le aliquote IRPEF fino a 15.000 euro 23% (invariato)da 15.001 fino a 28.000 euro 25% (invece che 27%)da 28.000 fino a 50.000 euro 35% (invece che 38%)da 50.000 in poi 43% (soppresso lo scaglione del 41% per redditi da 50.000 e 75.000)Nel complesso può ritenersi che, secondo le prime stime, la Legge di bilancio abbia favorito […]


Prestazione di lavoro occasionale: obbligo di comunicazione preventiva

di TREDDì srl • 10/01/2022

La Legge di Bilancio 2022 ha introdotto un nuovo obbligo di comunicazione preventiva per i rapporti di lavoro autonomo occasionale. I committenti (datori di lavoro occasionale), sono tenuti a comunicare preventivamente all’Ispettorato Territoriale del Lavoro l’avvio della prestazione occasionale. La mancata comunicazione comporta una sanzione amministrativa da euro 500 ad euro 2.500 per ciascun lavoratore […]