Nel disegno di legge della Finanziaria 2023 il Legislatore ripropone alcune disposizioni già previste in passato con riferimento ai carichi risultanti dalle cartelle di pagamento.
In particolare è disposta la c.d. “rottamazione-quater” delle cartelle di pagamento relative a carichi affidati all’Agente della riscossione dall’1.1.2000 al 30.6.2022.

Inoltre possono essere estinti, anche se con riferimento ad essi si è determinata l’inefficacia della relativa definizione, i debiti relativi a carichi affidati all’Agente della riscossione nel periodo 2000- 2017 oggetto delle precedenti rottamazioni.

L’Agente della riscossione fornisce al debitore, nell’area riservata del proprio sito Internet, i dati necessari per l’individuazione dei carichi definibili.

MODALITÀ DI ADESIONE
Il soggetto interessato deve manifestare all’Agente della riscossione la volontà di avvalersi della definizione agevolata mediante un’apposita dichiarazione da presentare entro il 30/04/2023 utilizzando l’apposito modello che sarà reso disponibile.

PAGAMENTO DELLE SOMME DOVUTE
Entro il 30/06/2023 l’Agente comunica al debitore quanto dovuto per la definizione, l’importo delle singole rate e scadenza delle stesse.
Come accennato, il pagamento di quanto dovuto può essere effettuato:
– in unica soluzione;
– in un massimo di 18 rate di pari importo.

In caso di rateizzo:
– la prima e seconda rata rata, ciascuna pari al 10% delle somme complessivamente dovute, vanno corrisposte rispettivamente entro il 31.7.2023 e 30.11.2023. Le restanti rate, di pari ammontare, devono essere versate entro il 28.2, 31.5, 31.7 e 30.11 di ogni anno, a decorrere dal 2024. Dall’1.8.2023 sulle rate sono dovuti gli interessi nella misura del 2% annuo.

Lo studio resta a disposizione per ogni eventuale richiesta di chiarimento.

Seguiteci su facebook www.facebook.com/treddisrl